Nell’era dell’e-commerce, in cui i consumatori si trovano davanti a un’offerta sempre più ampia di prodotti, esperienze e servizi, le aziende che vogliono distinguersi dai propri concorrenti non possono più fare affidamento unicamente sulle caratteristiche distintive del proprio prodotto. Per emergere o per rimanere in sella, devono più che mai puntare a fidelizzare i propri clienti. Per il raggiungimento di questo obiettivo, la logistica assume un ruolo di primaria importanza.

L’impatto di Amazon sulla logistica distributiva

Amazon, il colosso dell’e-commerce, ha costruito il proprio successo sulla logistica. Essa si è dimostrata di primaria importanza per l’azienda di Jeff Bezos fin dal 2005, anno di lancio del programma Amazon Prime. Tutti gli abbonati a questo servizio possono ricevere i prodotti acquistati on-line con consegna gratuita e garantita entro 48 ore dall’ordine. Successivamente, Amazon ha rivoluzionato ancora una volta il già turbolento mondo dell’e-commerce: nel 2014 ha inaugurato Prime NOW, che consente agli utenti Prime che risiedono nei maggiori centri urbani di ricevere alcuni prodotti selezionati entro 1 ora dall’ordine.

Il mondo del commercio al dettaglio, già rivoluzionato dall’avvento dell’e-commerce, è stato stravolto dalle politiche di mercato aggressive di Amazon. Per sopravvivere, i retailer devono rivedere completamente il proprio funzionamento, studiando e usando tutte le leve a propria disposizione ed apportando modifiche sui punti vendita, sui canali distributivi e relativamente alla gestione delle abitudini d’acquisto.

I 3PL e la necessità di cambiamenti urgenti

Lo studio di consulenza e ricerche di mercato Armstrong &Associates stima che il mercato globale dell’outsourcing logistico ai 3PL raggiungerà entro il 2022 un valore pari a 1.100 miliardi di dollari, aumentando quasi del 38% rispetto al 2016, quando il suo valore era pari a 802 miliardi. Considerata la crescita esponenziale della domanda, risulta quasi impossibile pensare di poter portare avanti tutti i progetti internamente, senza delegarli agli specialisti del settore.

I retailer perseguono l’obiettivo strategico di fidelizzare i propri clienti per mantenere una posizione competitiva sul mercato e, a livello operativo, si affidano sempre più spesso ai 3PL per i progetti più radicali e strategici di cambiamento: agli esperti della gestione logistica in outsourcing viene chiesto di analizzare e riprogettare i processi logistici del magazzino e dei trasporti, per riuscire a offrire ai clienti servizi nuovi e distintivi.

Quali sfide attendono i 3PL?

Operando in un contesto in grande fermento e in cui la riorganizzazione è una necessità, le sfide di maggior rilievo che i 3PL si trovano ad affrontare sono:

  1. La creazione di partnership solide con i committenti: per garantire migliori rapporti dal punto di vista commerciale e stabilire un’integrazione più efficiente dei sistemi informativi, i distributori cercano di instaurare relazioni solide con una selezione ristretta di 3PL, riducendo così il numero dei propri fornitori logistici.
  2. Capacità di gestire le incertezze ed essere flessibili: il mondo del commercio è in continua evoluzione e per i retailer la capacità di reagire rapidamente agli imprevisti rappresenta un forte valore aggiunto. I 3PL devono quindi dar prova di notevoli capacità di adattamento e velocità di risposta.
  3. Gestione della consegna dell’ultimo miglio: oggigiorno, i corrieri si trovano spesso costretti a riorganizzare repentinamente i propri giri di consegna a causa di aree pedonali, politiche ambientali e traffico . I 3PL dovranno tenere ben presenti tutti questi fattori nella definizione della propria offerta logistica e dovranno riuscire a gestirli in modo efficace per poter garantire un servizio logistico efficiente ed in grado di assecondare le esigenze di tutti gli stakeholders (distributori, clienti, legislatori, etc.)
  4. Adozione di soluzioni software: le modalità operative dei 3PL devono essere costantemente ottimizzate, affinché essi possano mantenere nel tempo la redditività e l’operatività. . In particolare, per semplificare la loro offerta sul mercato, una scelta che può rivelarsi vincente è quella di proporre ai committenti l’utilizzo di pacchetti completi e mirati di soluzioni software.

Obbligati a soddisfare esigenze altamente mutevoli in tempi ristretti, i 3PL devono dotarsi di soluzioni software che consentano di ottimizzare le attività logistiche e offrire servizi a forte valore aggiunto.

 

Lascia un commento